Sarò io la tua fortuna

1sarò io la tua fortunaSarò io la tua Fortuna.
Con Loredana Frescura
Giunti editore 2015
Da 12 anni

Rigo, un ragazzo di quattordici anni, durante la Grande Guerra,  vive con gli zii nelle immediate retrovie del fronte. Quando, nel 1916 una bomba cade sulla sua casa e lui è l’unico superstite, per vivere  è costretto ad andare a lavorare in un ospedale militare, a contatto con l’orrore, le speranze e le disillusioni dei giovani combattenti che incontra. Sa leggere e scrivere e diventa così anche la persona a cui i soldati si affidano per fare arrivare a casa loro notizie.  Sono lettere di fiducia, di amore e talvolta di addio che lo fanno crescere in fretta. Quando conosce Fortuna, una sua coetanea anche lei presa, come tanti, nel gorgo della guerra, per lui è come intravedere un raggio di sole nel buio. Fuggirà con lei dagli orrori del conflitto e  tra loro lentamente nascerà un sentimento molto diverso dalla semplice amicizia.

Il libro prende spunto da un aspetto assai poco conosciuto e studiato della Grande Guerra, vale a dire il lavoro dei bambini e dei ragazzi nelle immediate retrovie del fronte a supporto dei combattenti.  Si calcola che furono oltre sessantamila i bambini e i ragazzi impegnati in questa attività nell’arco della guerra. Tra essi molti morirono per la fatica, le ferite e gli infortuni sul lavoro. Nel finale il libro tocca poi anche un altro aspetto, sovente ignorato,  di quel periodo, vale a dire  le sollevazioni popolari contro il conflitto, a partire da quella di  Torino dell’agosto del 1917 che costò oltre cinquanta morti tra i civili. Ma soprattutto è la storia di come due ragazzi, sostenendosi a vicenda,  riescano  reagire ad avvenimenti che potrebbero stritolarli e trovare la possibilità di una vita finalmente serena.

Il sapore dell’ultima neve

2il sapore dell'ultima neveIl sapore dell’ultima neve
Notes edizioni 2015
Da 10 anni

Aprile 1915: la guerra sta per coinvolgere anche l’Italia, ma è solo un’eco lontana per Guido, tredici anni, carattere fiero e insofferente al collegio in cui è costretto a studiare e di cui detesta tutto.
Frequenta con discreto profitto la terza Ginnasio, ma cerca di scappare e viene espulso. Farà di tutto pur di non tornare mai più in quella scuola.
Figlio di militare è costretto ad andare a preparare gli esami, che darà a settembre per non perdere l’anno, dalla zia che abita in un borgo di montagna. Nel piccolo paese tutta la sua vita cambia, scopre un ambiente diverso, ha più libertà, conosce persone interessanti, nuovi amici.
Capisce cosa realmente sono l’ingiustizia e l’omertà, ma anche la solidarietà, la tenacia, la legalità. Una serie incalzante di eventi lo porta a fuggire sui monti, dove è sorpreso da una tempesta di neve, l’ultima nevicata primaverile, che rischia di rivelarsi tragica.

Un romanzo di formazione, destinato a giovani lettori nella fascia preadolescenziale  ed adolescenziale, ambientato in un periodo storico di mutamenti  epocali e in un ambiente, la montagna, che cominciava proprio in quel periodo quel processo di cambiamento che l’avrebbe portata ad essere quella che è oggi.

Lorenzo e la Grande Guerra

3Lorenzo e la Grande GuerraLorenzo e la Grande Guerra
Raffaello editore 2015
Dai 10 anni

Torino, autunno 1917 - Mentre infuriano i tumulti di protesta contro la guerra, Lorenzo, un ragazzo di undici anni, si scontra con un uomo a cui cade una misteriosa borsa. Il ragazzo la afferra e, inseguito dalla polizia, fugge su un treno diretto al fronte. Si ritrova così, dapprima, sul Carso, vicino ai soldati in trincea, poi viene coinvolto nella disastrosa ritirata dell’esercito dopo la sconfitta di Caporetto.
Viene così a contatto con la durezza e la miseria della guerra, terribile per tutti, amici e nemici, italiani e austriaci, militari e civili, e capisce che la compassione e la crudeltà, come il fanatismo e la comprensione, non dipendono dalla bandiera, dalla lingua che si parla e dall’esercito in cui si combatte.

Il libro è una nuova edizione di un’opera uscita qualche anno fa e rientra nel Programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Visti da lontano

4vistida lontanoVisti da lontano
di Fanuel Hanàn Diz
Un diario di lettura dal Sudamerica su autori italiani per ragazzi.
Interlinea 2015

Visti da lontano è un saggio scritto da uno dei più noti esperti sudamericani di letteratura infantile e costituisce un breve ma interessante excursus su alcune tendenze della letteratura italiana contemporanea per bambini e ragazzi. Il libro è stato pubblicato anche in spagnolo e inglese.

Nata sotto il segno dell’amore

5Nata sotto il segno dell'amoreNata sotto il segno dell’amore.
Con Loredana frescura
Piemme 2014
Da 12 anni

Laura è nata il 14 febbraio, sotto il segno dell’amore, il giorno di san Valentino.
Peccato per lei però che l’amore vero, quello con la A maiuscola, non riesca a trovarlo. E adesso che l’officina di suo padre continua a perdere clienti e per risparmiare anche la gita di classe è a rischio, a Laura sembra che trovare un ragazzo e scoprire l’amore sia diventato ancora più difficile.
Ci penseranno due occhi color liquirizia a farle cambiare idea, anche se, come in ogni storia d’amore che si rispetti da Romeo e Giulietta in poi, tra carte d’identità nascoste e ritrovate, gite e cadute in bici,  rotonde stradali e tende giocattolo con l’immagine di Pocahontas,  le cose non saranno tanto facili.

Ti volio tanto bene – seconda edizione

Ti Volio Tanto BeneTi volio tanto bene
Piemme 2014
Da 9 anni

Marvi ha dieci anni. Michele undici. A Marvi Michele piace molto, ma c’è un problema. Non sa bene come dirglielo. Non solo perché è difficile, soprattutto quando si è piccoli, confrontarsi con i propri sentimenti, ma soprattutto perchè è dislessica ed ha quindi difficoltà a leggere e scrivere anche un testo semplice come un sms.
Ma Marvi è una ragazzina tosta e decisa e le difficoltà non la spaventano. Così, affidandosi a un diario vocale, e inventandosi con Michele modi nuovi ed originali per comunicare, riesce a superare tutte le sue difficoltà.

Un libro non sulla dislessia, ma una storia d’amore e di educazione sentimentale per ragazzi nella fascia intorno ai dieci anni. Con due protagonisti che sanno affrontare con grazia e umorismo i loro problemi, perché come dice Marvi: “Sono dislessica. Vabbè non è come avere il mal di pancia. Non è una malattia. Non ti fa venire i dolori. Solo ti confonde un po’” .
Proprio per questo il volume è stato curato in modo particolare per i ragazzi affetti da dislessia, con la creazione di un font apposito per una lettura il più agevole possibile e con puntigliosa attenzione alla formattazione dei capitoli.

Sulla scia del successo della edizione del 2012, una nuova veste per questo libro, più agile editorialmente, anche se il testo è rimasto invariato.