Come Checco detto Finocchio si salvò

copertina marco 2Come Checco detto Finocchio si salvò
(con Loredana Frescura) Fanucci Editore, 2010.

Un preside alla soglia della pensione guarda i suoi alunni, un gruppo di ragazzi particolari. C’è Teresa Gambe a Fiori, che si dipinge le gambe per mascherare i lividi che le lascia suo padre, Carla la Puttana, leggera e spudorata, ma molto forte e sensibile. Graziano Scarpe Strette, che somigia a un gigante impacciato e Francesco Finocchio, un genio della matematica insultato e deriso per la sua presunta omosessualità.
Il preside osserva la problematicità dei ragazzi, sta loro accanto e li guida, facendo scoprire a ognuno di loro chela solidarietà e la maturazione potranno portarli a  straordinari e profondi cambiamenti.